.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 24 ospiti collegati

.: Eventi

« Febbraio 2020
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29  

.: Ultimi 5 commenti

.: Il Blog di Angelo Valdameri
Venerdì, 11 Gennaio, 2008 - 09:35

Lavori di bonica dell'area di via Bisceglie 75-83

Ho presentato interrogazione al Consglio di Zona 6 - sottoscritta anche dai consiglieri del PRC,Socialisti e Verdi-sui lavori di bonifica che interessano l'area di via Bisceglie tra i civici 75 e 83.Potrebbero essere il preludio all'vio della realizzazione del nuovo Parco Blu.

Allegato Descrizione
bisceglieareeparcoblu.doc
27 KB
parcoblurendering.pdf
185.47 KB
Venerdì, 11 Gennaio, 2008 - 09:32

Discarica dietro il palazzo comunale di via Andrea Ponti 3

Ho presentato ieri sera un' interrogazione - sottoscritta anche dai consiglieri del PRC,Socialisti e Verdi - su una discarica presente dietro l'edificio comunale di via Andrea Ponti 3, vicino al confluenza dell'Olona con il Naviglio Grande

Allegato Descrizione
ponti3discaricaabusiva.doc
27.5 KB
malaga 005.jpg
1.03 MB
Venerdì, 4 Gennaio, 2008 - 11:00

Milano e meno di 10 cm di neve

Bastano pochi centrimetri di neve per mettere in ginocchio Milano città europea? Evidentemente sì. Già da ieri sera, soprattutto in periferia, alla Barona come a San Siro, si faceva fatica a circolare. Pochi i mezzi spazzaneve in strada. Questa mattina poi era difficile girare anche vicino all'ospedale San Paolo: il primo mezzo spazzaneve  è stato visto intorno alle otto. E dire che ieri sui giornali era uscita la notizia che Milano era stata divisa dall'AMSA in 19 zona per poter meglio intervenire anche con un sistema rivoluzionario (!?) che rilevava la quantità di neve e faceva intervenire di conseguenza mezzi e uomini in numero adeguato. Forse l'Amministrazione è troppo presa con l'Ecopass e una nevicata con una Milano ancora deserta interessa pochi e sfortunati residenti nelle periferie.

Martedì, 1 Gennaio, 2008 - 15:27

Milano e il Capodanno 2007

Ho trascorso la notte di Capodanno al cinema Apollo. Uscito circa alla mezzanotte e venti dal cinema ci siamo recati nella vicina piazza del Duomo per vedere i festeggiamenti per l'anno nuovo.La piazza si presentava semi-deserta e in balia di gruppi di giovani sudamericani, bande giovanili  dell'hinterland milanese, molti extracomunitari he spaccavano bottiglie di birra lanciandole anche contro i lati della basilica, orinavano sotto i portici e di fianco al Duomo e letteralmente aggredivano chiunque si trovasse a passare nei pressi soprattutto se donna. Abbiamo anche assistito ad uno scippo in diretta.Le aggressioni erano fatte di palpeggiamenti vari. Sotto i portici di corso Vitt.Emanele il consueto mercatino abusivo.Tanti gli ubriachi. Alcune famiglie con ragazzini scappavano e i pochi turisti erano attoniti. Anche noi abbiamo avuto paura e ci siamo allontanati in tutta fretta. In tutta la piazza e nei dintorni non si notava la presenza di Forze dell'Ordine, tantomeno di vigili urbani. Il sindaco mi sembra avesse detto - nei giorni scorsi - che in piazza Duomo non avrebbe organizzato alcun evento per problemi di ordine pubblico. Così i problemi invece ci sono stati e l'immagine che la città ha offerto - a parte i fuochi al Castello - è stata desolante e di assoluto "disordine pubblico". Una città che riesce ad offrire poco o nulla per il Capodanno, a differenza delle altre città europee- come fa a proporsi per l'Expò 2015 rimane un mistero.

Giovedì, 20 Dicembre, 2007 - 09:03

Sicurezza in zona 6:via San Paolino 28/32

Gli abitanti di via San Paolino 28/32 hanno raccolto un centinaio di firme che porteranno ai carabinieri di zona per denunciare l'insicurezza presente nel quartiere. Pusher, bullismo, degrado sono le condizioni in cui si trova il quartiere S.Ambrogio I° alla Barona. In allegato l'articolo di Cronaca Qui.A.Valdameri

Allegato Descrizione
CronacaQui-S.PAOLINO-19-12-2007.pdf
425.97 KB
Mercoledì, 19 Dicembre, 2007 - 09:02

Nomadi in zona 6

Dopo la raccolta di oltre 900 firme da parte degli abitanti e degli esercenti del villaggio Barona, sono stati allontanati i camper di nomadi che sostavano da tempo nelle vie Zumbini, Venosta, Ferrero e Bitinia. Gli abitanti hanno espresso un pubblico ringraziamento alla Stazione Barona dei Carabinieri ed al suo Comandante per la sollecita risposta ad un problema che si trascinava da tempo. A.Valdameri

Lunedì, 17 Dicembre, 2007 - 08:59

Osservatorio di Milano:Aggiungi un posto a Tavola

Si ripete anche quest'anno l'iniziativa dell'Osservatorio di Milano "Aggiungi un posto a Tavola".

Famiglie milanesi e dell'hinterlando ospiteranno il giorno di Natale a pranzo a casa loro un profugo, un immigrato, un senza tetto. L'iniziativa è in collaborazione con la Caritas di Milano e ha avutop l'appoggio del cardinale Tettamanzi.

Si invitano le famiglie che lo desiderano a telefonare al 02 57301721 o inviare una mail a osservatoriodimilano@libero.it. In allegato il comunicato stampa 

Allegato Descrizione
aggiungprofughi.doc
25 KB
Sabato, 15 Dicembre, 2007 - 15:30

Via Malaga angolo via Bussola:I vigili dove sono?

Da mesi in via Bussola angolo via Malaga stazionano 6 camion adattati ad abitazione, una roulotte e a volte si aggiungono altri xcamper.Sono perloppiù abitati da ragazzi "punkabbestia" che alla sera si possono ritrovare sui Navigli.Tutt'attorno sporcizia, masserizie accatastate e rifiuti che vengono buttati nel sottostante canale scolmatore. Il posto è a pochi metri dal deposito AMSA di via Bussola, dal sottopasso di viale Cassala, in una zona frequentata da molte auto sia di giorno che di notte. Possibile che nessuno dei vigili e/o delle FF.OO. abbiano mai segnalato a chi di dovere questa situazione? E siano intervenuti' Ad oggi nulla è stato fatto e si chiede di intervenire a sanare questa anomalia, allontanando i mezzi che stazionano senza alcun diritto.A.Valdameri, consigliere di zona 6 Lista Fo

Giovedì, 13 Dicembre, 2007 - 15:01

Comitato Soderini:comunicato stampa

COMUNICATO STAMPA

 

Il Comitato Vivaio Soderini da circa un anno e mezzo sta lottando per evitare che l’ultima area libera del quartiere, l’ex vivaio posto tra le vie Soderini e Strozzi, venga fagocitata da una colata di cemento, il cosiddetto Cantiere del nuovo. Malgrado i ripetuti incontri, le forze politiche di maggioranza e di opposizione della Provincia, del Comune e della Zona 6, ad oggi non hanno ancora compreso, o peggio hanno fatto finta di non comprendere le esigenze del quartiere.

Il progetto “Cantiere del nuovo” o “Polo dell’innovazione” è nato in Provincia con la giunta di centrodestra e il centrosinistra ha votato contro.

Oggi è il centrosinistra favorevole allo stesso progetto, mentre il centrodestra è contro.

Evidentemente il merito non conta. C’è da domandarsi se i politici perseguano il bene pubblico o solo gli interessi di partito. Una cosa appare chiara: questa “cattedrale” ideata da un famoso architetto è il tributo, la decorazione al Comandante di turno!

Si è assistito ad un balletto inqualificabile, a un continuo rimpallo tra il Comune e la Provincia. Il Comune dopo avere autorizzato un centro fieristico tra due Ospedali, scarica sulla Provincia ogni responsabilità. La Provincia, alle richieste del Comitato, risponde che i servizi (scuole, centri sportivi, luoghi aggregativi per giovani e anziani, verde) sono di competenza del Comune. Ma se l’ultimo spazio di verde “pubblico”del quartiere svanisce, anche questi servizi svaniscono con esso.

Negli ultimi giorni una notizia ha poi fatto traboccare il vaso. Un Ordine del giorno presentato al Consiglio Provinciale da un consigliere di opposizione tendente a mettere uno stop alle procedure di appalto per potere riflettere è stato rigettato dal centrosinistra, malgrado ci fossero state alcune disponibilità alle proposte del Comitato manifestate chiaramente. E’ un bel voltafaccia.

La richiesta del Comitato è chiara e semplice: dare corso alla ristrutturazione dei fabbricati esistenti e fermare le nuove edificazioni, esaminando poi in un confronto Provincia-Comune le proposte scaturite dai cittadini per dare una risposta alle esigenze del quartiere.

Malgrado tutto il Comitato ha la ferma convinzione che si possa ancora rimediare.

Qui si sta parlando di una area “pubblica”sulla quale i cittadini devono potere dire la loro e non essere trattati come sudditi.

Nell’ultima campagna elettorale del Presidente della Provincia Penati, un punto qualificante del programma di centrosinistra era la partecipazione dei cittadini alle scelte. Una volta eletto tutto è stato dimenticato.

Il Comitato vivaio Soderini comunque dichiara che se la voce degli abitanti del quartiere sarà inascoltata, le Istituzioni si aspettino una dura opposizione al Progetto “ipogeo”, che sarà contrastato in tutti i modi e gli attuali amministratori sappiano che i cittadini non saranno inerti nella prossima campagna elettorale.

 

Milano, 13.12.2007   Comitato Vivaio Soderini

     e-mail:com.salvavivaio@libero.it

Lunedì, 10 Dicembre, 2007 - 15:41

Osservatorio di Milano:Natale 2007, "Aggiungi un posto a Tavola"

OSSERVATORIO DI MILANO
via F.Albini 3, Milano tel 02.57301721

L'Osservatorio di Milano promuove "Aggiungi un posto a tavola" per il pranzo di Natale.
L'Osservatorio invita le famiglie residenti a Milano e provincia, italiane e straniere ad ospitare a pranzo il giorno di Natale una persona in difficoltà che è presso un ostello della Caritas. Ad aspettarsi un invito sono uomini giovani ed anziani, donne, mamme con bambini e intere famiglie italiane e straniere che sarebbero liete di condividere la festività natalizia con famiglie che possono festeggiarlo nella loro casa. "Aggiungi un posto a tavola" è nato nel Natale 1996 e in questi 12 anni ha promosso l'incontro tra oltre 3000 persone in difficoltà e altrettante famiglie.L'iniziativa ha avuto in questi anni un apprezzamento pubblico da S.S.Giovanni Paolo II° dalla finestra di Castel Gandolfo, più avanti sono arrivati incoraggiamenti da Banedetto XVI° e dal cardinale Tettamanzi.
"Non si tratta di un semplice invito a pranzo, ha dichiarato Massimo Todisco direttore dell'Osservatorio, ma di un incontro nel quale si fraternizza, creando un rapporto che può durare nel tempo e trasformarsi in amicizia".
Le famiglie che hanno aderito negli anni passati sono entusiaste di questa esperienza: l'Osservatorio vi invita a farlo anche voi per fare un natale diverso dagli altri.
Per adesioni telefonare e/o lasciare messaggio (sarete richiamati)allo 02.57301721 dalle 9 alle 14 o inviare mail a osservatoriodimilano@libero.it  entro il 20 dicembre 2007

...
15 16 17 18 19 20 21 22 23
...
RSS feed