.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 25 ospiti collegati

.: Eventi

« Febbraio 2020
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29  

.: Ultimi 5 commenti

.: Il Blog di Angelo Valdameri
Sabato, 29 Marzo, 2008 - 18:31

Per la legalità,sicurezza e incolumità sui luoghi di lavoro

“Per la tutela della legalità, della sicurezza e dell’incolumità

della persona nei rapporti di lavoro e sui luoghi di lavori”

Presentata in Consiglio di Zona 6 - oggi 29 marzo 2008 dall'opposizione di centrosinistra - la mozione sulla legalità. sicurezza e incolumità della persona nei rapporti e sui luoghi di lavoro. Verrà votatta in un prossimo Consiglio di Zona.

Allegato Descrizione
lavoro.doc
36 KB
Sabato, 29 Marzo, 2008 - 15:03

Regolamento sulle attività e iniziative dell'area Navigli

Approvata a maggioranza dal Consiglio di Zona 6 - nella seduta del 29 marzo 2008 - la proposta per il regolamento delle attività e iniziative dell'area Navigli.

Allegato Descrizione
regolamentonaviglibozza(2).doc
6.05 MB
Sabato, 29 Marzo, 2008 - 14:55

Indirizzi e proposte per il regolamento sulle attività e iniziati

Approvata a maggioranza dal Consiglio di Zona 6 - nella seduta del 29 marzo 2008 - la proposta di delibera avente oggetto:"Indirizzi e proposte per il regolamento sulle attività e iniziative dell'area Navigli".

Nella stessa seduta sono state approvate - sempre a maggioranza - 3 mozioni :

1) Problematiche Quartiere Navigli, nella quale si chiede che venga istituito un Coordinamento tra le zona 1,5 e 6 e sia monitorata dalle FF.OO la situazione dei Navigli;

2) Alfine di stabilire i criteri, i limiti e i requisiti dell'isola pedonale estiva, venga istituito un tavolo che veda la presenza anche dei rappresentanti dei cittadini al fine di trovare punti di intesa tra le esigenze dei residenti e quelle dei commercianti; 

3) Esatte sui navigli stop dal 2008; si chiede che l'Estate sui Navigli non possa essere più svolta, a partire da quest'anno, con le regole attuali ma con  quelle dettate dal "Regolamento attività e iniziative sull'Area Navigli, approvato dal Consiglio di Zona 6. Che la durata dell'Estate sui Navigli sia di tre mesi e non di 5 come da proposta di Giunta Comunale. 

Martedì, 18 Marzo, 2008 - 09:09

La repressione cinese in Tibet e il silenzio del Papa

La repressione cinese in Tibet e il silenzio del Papa

 

Mi ha molto meravigliato il silenzio del Santo Padre sulla questione tibetana e la dura repressione in atto da parte del governo cinese. Il Papa, sempre attento a tutte le questioni mondiali e pronto ad intervenire sempre e comunque, questa volta è stato zitto. Domenica all’Angelus non ha proferito parola, nonostante che fosse stato sollecitato dal Dalai Lama in persona. Ambienti Vaticani hanno giustificato questo silenzio col fatto che “non avendo in Tibet un nunzio apostolico non hanno la possibilità di verificare quello che sta avvenendo”. Giustificazione a mio avviso molto risibile e discutibile, visto che quanto sta avvenendo è documentato, in parte, dai media e riportato dai vari ambasciatori presenti sul posto. Quello che sta avvenendo in Tibet è di una gravità estrema e si vuole soffocare nel sangue le legittime aspirazioni di un popolo che da decenni insegue una sua politica di indipendenza dalla Cina e dal suo potere soffocante. Sono intervenuti diversi capi di stato e anche il nostro Governo ha fatto la sua parte seppure ancora in maniera flebile e non incisiva. Ci sono in ballo interessi economici enormi e si sta attenti a non disturbare il Governo di Pechino anche in vista delle prossime olimpiadi. Da più parti si sono levati appelli a boicottare le prossime olimpiadi: un paese che non rispetta i diritti civili e attua la pena di morte, secondo me, non è degno di ospitare i giochi olimpici.

Lunedì, 17 Marzo, 2008 - 09:33

Mozione:"I Cambiamenti climatici e le politiche energetiche"

In allegato il testo della mozione sui"Cambiamenti climatici e le politiche energetiche" sottoscritta dai consiglieri di maggioranza ed opposizione.E' stata presentata al Consiglio di Zona 6 il 13 marzo u.s. dai consiglieri della  Sinistra zona 6 e verrà votata al prossimo Consiglio di Zona.

Lunedì, 10 Marzo, 2008 - 09:58

DUE PROGETTI PER LA VIABILITÀ A MILANO SUD

DUE PROGETTI PER LA VIABILITÀ

 

La 'bretella Merula-Chiodi' e un nuovo collegamento con Assago mirano a risolvere i problemi del traffico cittadino

 

Buccinasco, come sanno i suoi abitanti, ha un problema di traffico. Le necessità sono in sostanza due: migliorare i collegamenti con Milano ed evitare i flussi di attraversamento tra ovest (Nuova Vigevanese, MM1 Bisceglie) ed est (Milanofiori).

Le due questioni irrisolte determinano lunghe code in orario di punta sulle principali vie di collegamento con Assago e Milano, e mezzi di ogni tipo, anche pesanti, che passano a tutte le ore da piazza San Biagio, entrando insomma nel cuore della città. Non a caso le rilevazioni dell'ARPA hanno mostrato che la qualità dell'aria nell'abitato di Buccinasco è ai livelli di quella di Milano.

Per la prima volta dopo tanti anni, si profila in questo periodo la possibilità di risolvere il problema del traffico di attraversamento. Non certo con la dirompente strada-parco, che tanto assomiglia al ponte di Messina per ottusità progettuale, spreco di denaro pubblico e possibili interessi privati. Bensì con due strutture più piccole ed economiche: il collegamento via Merula-via Chiodi, in Milano, e un nuovo collegamento Buccinasco-Assago nella zona di Buccinasco Più.

Il primo intervento è già deciso e finanziato, si attende solo il via libera ai lavori. Il secondo è in discussione.

Ecco in dettaglio le implicazioni dei due progetti:

         Collegamento tra le vie Merula e Chiodi

Nota come “bretella Merula-Chiodi”, è una nuova strada di cui si parla dagli anni Novanta. Utilissima, perché collegherà direttamente via Merula, all'altezza della cascina Corio, con via Chiodi, all'altezza della scuola Tre Castelli. Il tracciato resterà vicino all'abitato, riutilizzando la stradina in parte non asfaltata già esistente. Due corsie complessive, per evitare possibili gare di velocità. Il Parco Teramo, situato allo sbocco della nuova strada, subirà una limatura per la necessità di non lambire con la strada la scuola Tre Castelli.

Gli automobilisti in arrivo dal cavalcavia Giordani, quindi dalle zone ovest e nord-ovest di Milano, invece di girare a destra e addentrarsi in Buccinasco potranno svoltare a sinistra, percorrere la bretella, le vie Faenza e Famagosta, lo svincolo di piazza Maggi e il collegamento alla A7.

Un percorso quasi rettilineo, su strade periferiche a basso indice di riempimento. Per andare dal Giordani a Milanofiori e viceversa basteranno 10-15 minuti, senza spingere particolarmente sull'acceleratore.

La bretella Merula-Chiodi è già in fase attuativa. Il comune di Milano ha approvato da tempo il progetto esecutivo, stanziando circa 20 milioni di euro. I lavori dovevano iniziare a fine 2007 e concludersi nel 2009. Non sono ancora partiti perché si attende la disponibilità di un ultimo appezzamento di terreno, per il quale non è stato raggiunto l'accordo economico con il proprietario. La palla è ora al TAR, la sentenza o l'accordo tra le parti sbloccheranno in qualche modo la situazione.

 

- Nuovo collegamento con Assago

Le amministrazioni di Buccinasco e Assago stanno valutando di collegare il nuovo insediamento Buccinasco Più con l'autostrada A7.

Due le ipotesi sul tavolo: una strada che giri 'dietro' Buccinasco Più, al confine con Assago, per arrivare a un nuovo scavalco della tangenziale all'altezza del Carrefour, anch'esso da realizzare. Oppure partire da via Guido Rossa con una nuova strada che raggiunga Assago.
La seconda ipotesi costerebbe meno. Entrambe resterebbero non distanti dall'abitato, evitando di consumare il territorio agricolo.
Con questa strada gli abitanti di Buccinasco Più, Milano Più e dei vicini insediamenti di Assago non avrebbero più bisogno di andare verso piazza San Biagio per raggiungere Milano in tempi decenti negli orari di punta. Uscendo di casa potrebbero imboccare il collegamento e da lì essere rapidamente alla MM2 o allo svincolo di piazza Maggi.

- Confronto con la 'strada-parco'
Il collegamento diretto tra il cavalcavia Giordani e l'autostrada A7 è definito strada-parco perché passerebbe per ben 5,5 km nella fascia agricola del Parco Sud che ancora resiste tra Milano e Assago. La fascia sarebbe spaccata in due, compromettendo l'ecosistema interno, fatto delle cascine storiche, delle attività agricole, dei laghetti e degli animali che è ancora possibile osservarvi (è stato censito anche un falchetto), e aprendo alle colate di cemento.
Al momento la strada-parco esiste solo sulla carta, però è prevista nel Piano di coordinamento provinciale. Andrebbe concordata tra Milano, Assago e Rozzano, più l'ente Parco Agricolo Sud e la Provincia stessa.
Per farsi un'idea dei costi, tale infrastruttura sarebbe cinque volte più lunga della Merula-Chiodi, 4 corsie contro due, nessun riutilizzo di tracciati esistenti, più tutti i costi e le complicazioni legate agli espropri e al coordinamento degli enti coinvolti. Parlare di 150 milioni e 5-10 anni di tempo non è, probabilmente, lontano dalla verità.
A parte gli interessi edilizi della criminalità organizzata nel Parco Sud, e senza neanche sottolineare l'importanza di tutelare il territorio vergine nel posto più inquinato d'Europa (la Lombardia), con una semplice calcolatrice appare chiara l'insensatezza economica della strada-parco. La bretella Merula-Chiodi risolverà la stessa esigenza con una frazione del tempo e dei costi.
La speranza è che Milano ora insista per iniziare finalmente i lavori.

A cura di Alessandro Franco e Angelo Valdameri, consigliere zona 6 Lista Fo

Venerdì, 7 Marzo, 2008 - 09:26

lavori in via san Marchetto:risposta della Polizia Municipale

Allego la risposta della polizia Municipale pervenuta ieri 6 mnarzo 2008.

Allegato Descrizione
sanmarchettolrispvv.uu3.08.doc
64.5 KB
Venerdì, 7 Marzo, 2008 - 09:08

nuova interrogazione per via San Marchetto/laghetti di assago

Presentata una nuova interrogazione in merito all'attività estrattiva e di lavorazione in via San Marchetto ai laghetti di Assago.

Allegato Descrizione
sanmarchettolavorilaghetti2.08.doc
29.5 KB
Venerdì, 7 Marzo, 2008 - 09:06

Abuso edilizio di via Andrea Ponti 7

E' stata da me presentata un'interrogazione urgente in merito all'abuso edilizio di via Andrea Ponti 3.

Allegato Descrizione
ponti3.doc
27.5 KB
Venerdì, 7 Marzo, 2008 - 09:02

Costruzioni di unità abitative in via Valpolicella 5

E' stata presentata l'interrogazione urgente allegata in merito a nuove costruzioni in via Valpolicella 5, all'interno di un'area destinata a rimessaggio mezzi movimento terra e in pieno Parco Agricolo Sud Milano.

Allegato Descrizione
valpolicella5.doc
24.5 KB
valpolicella5 004.jpg
979.25 KB
valpolicella5 002.jpg
957.76 KB
...
12 13 14 15 16 17 18 19 20
...
RSS feed