.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 40 ospiti collegati

.: Eventi

« Dicembre 2019
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          

.: Ultimi 5 commenti


Nessun commento...

.: Il Blog di Angelo Valdameri
Giovedì, 15 Marzo, 2007 - 01:57

Concorso "Homo migrans"

23 febbraio 2007 - 30 aprile 2007 - ore 00:00
Milano (MI)
MANIFESTAZIONE
Concorso "Homo migrans"
Come si rapporta, la nostra società, al fenomeno dell'immigrazione? Cosa si conosce della storia dei flussi migratori di ieri e di oggi?" A partire da queste domande, CeLIM vuole stimolare una riflessione, per sensibilizzare i giovani sul tema dell'emgirazione e dell'immigrazione, italiana e straniera, di ieri e di oggi.

Il concorso, aperto a tutti, è articolato in 4 sezioni: scuola primaria - secondaria inferiore - secondaria superiore - categoria mista (cui può partecipare anche chi non è più studente). Alle prime 3 categorie saranno richiesti lavori creativi in qualsiasi forma sul tema delle migrazioni, alla categoria 4 sono invitati a partecipare soprattutto fotografi, grafici e registi. I lavori dovranno pervenire entro il 30 aprile. Verranno premiati i migliori elaborati per ognuna delle 4 sezioni: la proclamazione dei vincitori avverrà nell'autunno 2007.

Inoltre, tutti gli elaborati premiati o segnalati faranno parte della mostra itinerante "Homo Migrans", che si arricchisce di anno in anno grazie ai numerosi lavori che pervengono in sede ad ogni edizione.

Per informazioni: Celim
Giovedì, 15 Marzo, 2007 - 01:56

IN MEMORY OF...

9 febbraio 2007 - 30 marzo 2007 - ore 21:00
Piacenza (PC)
sala "Nelson Mandela" della Camera del Lavoro, in via XXIV Maggio
DIBATTITO
IN MEMORY OF...
rassegna culturale gratuita: la necessità della memoria come base di convivenza
1. ven.9 febbraio- "Stragi Italiane"- percorso interattivo nelle pagine buie della storia d'Italia. organizza Reti-Invisibili, partecipa Manlio Milani, pres.ass. "Caduti di Piazza della Loggia"
2. giovedì 15 febbraio- "In un altro paese"- film presentato da ARCI Piacenza
3. ven. 23 febbraio- "3 ipotesi sulla morte di Giuseppe Pinelli" di E.Petri & "Genova per noi" due documentari per non dimenticare gli "omicidi di stato" - presenta Giovani Comunisti Piacenza
4. ven.2 marzo- "Stragi dimenticate"- organizza Reti-Invisibili, partecipa Giuliano Bugani, autore del DVD 'I ragazzi del Salvemini'
5. ven. 9 marzo- "Dagli arditi del popolo alla dittatura"- conferenza tenuta dagli autori F.Sprega e I.Tagliaferri con la partecipazione della direttrice dell'istituto storico della resistenza Carla Antonimi
6. ven.16 marzo- "La guerra di spagna"- conferenza tenuta dagli autori F.Sprega e I.Tagliaferri
7. ven.23 marzo- "Hotel Rwanda"- film presentato da Emergency Piacenza
8. ven.30 marzo- "la Resistenza e la nascita della repubblica"- conferenza tenuta dall'autore F.Sprega e dalla direttrice dell'istituto storico della resistenza Carla Antonimi
Tutte le iniziative si terranno a Piacenza, alle ore 21,00, presso la sala "Nelson Mandela" della Camera del Lavoro, in via XXIV Maggio
Giovedì, 15 Marzo, 2007 - 01:10

Car Sharing

"La vera ricchezza sta nell'uso e non nella proprietà"  - [Aristotele]
Otto città, 4300 utenti, 312.000 chilometri percorsi ogni mese. Il Car Sharing cresce in Italia. Il servizio consente agli abbonati di condividere una flotta di automobili disponibili 24 ore su 24 ore e rappresenta una valida alternativa al veicolo privato. In Italia le auto di car sharing hanno accesso alla ZTL, possono circolare durante i blocchi del traffico, possono utilizzare le corsie preferenziali e sostare gratuitamente nei parcheggi a pagamento.

http://www.ecotrasporti.it/

Giovedì, 15 Marzo, 2007 - 00:44

Controlla i cambiamenti climatici

Come puoi essere tu a controllare i cambiamenti climatici?

Il cambiamento climatico è un problema globale, eppure il contributo personale di ognuno di noi può fare la differenza. Anche semplici gesti quotidiani possono aiutare a ridurre le emissioni senza pregiudicare la qualità della nostra vita. Anzi, facendoci risparmiare.

clicca

http://ec.europa.eu/environment/climat/campaign/index_it.htm

Giovedì, 15 Marzo, 2007 - 00:39

Milano: Smog, bambini con polmoni da fumatori

Corriere della Sera on-line, Cronache, 19 gen 2006 18:14

MILANO - Lo smog riduce i polmoni dei bambini come quelli dei vecchi
fumatori. "Gli studi scientifici degli ultimi anni - ha detto
Alessandro Fiocchi, direttore della Clinica Pediatrica Melloni di Milano -
hanno dimostrato che l'aumento del PM10 determina nei bambini,
entro il primo anno di vita, un aumento del 22% della mortalita'
a causa di malattie respiratorie".

"Sono sempre di piu' i bambini che dopo 2 o 3 mesi di
tosse continua presentano lesioni del polmone identiche a quelle che si
trovano piu' comunemente nei fumatori o nell'anziano", ha spiegato il
medico durante la conferenza stampa del terzo Meeting di Allergologia
Pediatrica, che riunisce i pediatri a Milano da oggi a domenica. (Agr)

Martedì, 13 Marzo, 2007 - 17:43

LA PARTECIPAZIONE: MODI E PERCORSI

La partecipazione: modi e percorsi
Dai papa boys ai no global
a cura di Bianca Gelli e Terri Mannarini

 

“SocialMente” – n. 19 – pp. 239 – Euro 14,00

 
                                              
Il volume offre una panoramica delle attuali forme di partecipazione, estendendo l’analisi oltre l’azione politica – tradizionalmente assunta come declinazione forte della partecipazione – verso altri ambiti del comportamento collettivo: il riferimento è alla vaste aree dell’azione civica e della religiosità, intesa – quest’ultima – nella sua dimensione sociale e proattiva. Il volume, occupandosi dei fenomeni psicologico-sociali legati ai piccoli gruppi, ai movimenti e alle folle, tocca alcuni temi classici della psicologia collettiva, riattualizzando, per esempio, le domande sul ruolo del capo carismatico e sul rapporto tra emozioni e processi cognitivi. Le questioni sollevate appaiono trasversali all’analisi di tutte le forme aggregative che sottostanno all’azione collettiva, le quali si manifestano oggi in forme liquide e destrutturate, oppure, al contrario, rigide e settarie. Ne emerge, per lo meno sul piano fenomenologico, un quadro vivo e variegato, che rafforza il contributo euristico di un approccio psicologico-sociale al tema della partecipazione.
Bianca Gelli è professore ordinario di Psicologia sociale presso l’Università di Lecce. Studiosa della psicologia delle differenze di genere, si interessa da vari anni alla partecipazione giovanile. Ha curato recentemente un numero monografico della rivista Psicologia di Comunità (n. 2, 2005) dedicato a questo tema.
Terri Mannarini è ricercatrice in Psicologia sociale presso l’Università di Lecce. I suoi più recenti interessi di ricerca vertono sull’analisi dei processi di azione collettiva, argomento sul quale ha pubblicato il volume Comunità e partecipazione (2004, Franco Angeli).
Indice
Introduzione

Parte prima. Militanza

Le forme della partecipazione: dal politico al sociale

Bianca Gelli, Monica Legittimo, Cosimo Talò

Il gap di genere nell’attivismo politico

Bianca Gelli, Terri Mannarini


Deliberazione e protesta
Uno sguardo al mondo dei Forum sociali
Terri Mannarini, Alessia Rochira

Parte seconda. Fede

Dagli oratori alle piazze
Appartenenza religiosa e presenza sociale

Bianca Gelli, Mina Ria, Gaia Carata

Una e molteplice
Identità e partecipazione dei papa boys

Terri Mannarini, Stefania Attanasio, Maria Assunta Calora


Parte terza. Cittadinanza

Il volontariato tra altruismo e azione sociale
Una ricerca sui donatori di sangue

Terri Mannarini, Catia Pacucci, Cosimo Talò

Lavoro di rete e partecipazione
Una questione di metodo nell’intervento psicologico
Ruggero Ruggieri, Maria Cleofe Fasano, Stefania Attanasio
Dalla compliance all’empowerment sociale
Una ricerca con persone affette da anemia mediterranea
Bianca Gelli, Ada Lorenzo, Maria Grazia Cafaro
La partecipazione nei processi di piano
L’esperienza dei contratti di quartiere

Vito Garramone, Alessia Rochira, Mina Ria

 
Edizioni Unicopli, via R. Carriera 11, 20146 Milano
redazione@edizioniunicopli.it

Martedì, 13 Marzo, 2007 - 17:20

Se La Stampa scrive dei gay come l’Osservatore

Se La Stampa scrive dei gay come l’Osservatore Romano
La lettera dei presidenti Arcigay, ArciLesbica, Agedo e Famiglie Arcobaleno al direttore del quotidiano torinese che ripropone un nuovo articolo omofobico sulla manifestazione Diritti Ora!

... Quella di ieri a favore delle unioni civili è stata una manifestazione di “cani”. Perché si sa ... Gli etero hanno i bambini, i gay al più hanno “un compagno a quattro zampe”. Potrebbe sorprendere che la battuta d’apertura, quella più forte e incisiva, dell’articolo di cronaca che l’autorevole quotidiano di Torino dedica alla kermesse di piazza Farnese, riecheggi l’insulto più sprezzante con cui regolarmente gli ambienti integralisti cattolici bersagliano le unioni omosessuali. Che cioè se le riconosciamo per legge allora dovremmo riconoscere anche le unioni tra uomini e animali.

La sorpresa svanisce quando ci si accorge che l’autore dell’articolo è la stessa giornalista che un paio di settimane fa propagandava come scientifiche, dalle colonne dello stesso giornale, le idee sulla “cura dell’omosessualità” promosse dal fondamentalismo cristiano a stelle e strisce. Con santa pace delle maggiori e più autorevoli istituzioni e associazioni di psicologi, medici e psichiatri del mondo che, non solo giudicano scientificamente infondate queste teorie, ma mettono in guardia dalla potenziale pericolosità delle “cure” predicate.

E così, mentre Arcigay attende che La Stampa accetti un doveroso intervento di una qualche figura di spicco del mondo accademico degli psicologi italiani, il quotidiano decide di affidare alla stessa penna, apparentemente intinta d’inchiostro vaticano, il resoconto del sit-in del movimento omosessuale. Imprecisioni a parte (ieri il gay guarito erroneamente indicato come ex responsabile “turismo dell’Arcigay”, oggi piazza Farnese che conterrebbe “tremila” persone) l’altro aspetto messo in luce dalla cronista è che le persone eterosessuali ieri in piazza, con relativi bambini, erano poche rispetto a quelle omosessuali. Strano che fossero così numerose e che ci fossero anche famiglie omosessuali con pargoli al seguito, hanno piuttosto notato quasi tutti gli altri osservatori e giornalisti, visto che si trattava pur sempre di una manifestazione gay.

Non sappiamo se quella del quotidiano sia una scelta meditata o una semplice svista. A noi rimane il sospetto che, chi guarda alle persone omosessuali con la lente deformate del pregiudizio, difficilmente possa offrire su di loro lo sguardo obiettivo e sereno al quale hanno diritto i lettori di un grande, prestigioso e moderno quotidiano, come La Stampa.

Sergio Lo Giudice, presidente nazionale Arcigay
Francesca Polo, presidente nazionale Arcilesbica
Giuseppina La Delfa, presidente nazionale Famiglie Arcobaleno (ass. mamme e papà omosessuali)
Paola Dall’Orto, presidente nazionale Agedo (ass. genitori e amici degli omosessuali)

www.arcigay.it

Martedì, 13 Marzo, 2007 - 17:18

comuncato stampa ArciGay

L'attacco precotto del Vaticano
Diritti Ora! La risposta di Arcigay al feroce attacco alla kermesse del 10 marzo: spiazzati da una manifestazione politica con famiglie e bambini

“L’attacco dell'Osservatore Romano contro la manifestazione di sabato a favore delle unioni civili è precotto e favolistico. Si aspettavano un gay-pride, e contro quello erano pronti a tuonare. Di fronte ad una manifestazione politica di altro tipo, civile, sobria e gioiosa, con tante famiglie e bambini, non hanno saputo più che dire e hanno mandato il disco rotto contro le ‘carnevalate’”.

Questa la replica del presidente nazionale di Arcigay, Sergio Lo Giudice, al feroce attacco del quotidiano del Vaticano contro il sit-in di piazza Farnese a Roma.

“Le parole delle gerarchie cattoliche contro la dignità delle persone omosessuali – continua Lo Giudice - rasentano quotidianamente l’insulto e lo sberleffo. Parlano di “carnevalate” di “isteria” di “amori deboli e deviati”. L’unica isteria sotto gli occhi di tutti gli italiani è piuttosto quella con cui ossessivamente i vertici del clero cattolico attaccano il progetto di dotare l’Italia, al pari delle altre grandi democrazie europee, di una buona legge sulle unioni civili, a favore di tante coppie omosessuali ed eterosessuali."

“Non bisogna inoltre dimenticare un dato di fatto inoppugnabile. Nei paesi, come la Francia, dove esistono da anni leggi sulle unioni civili, queste vengono utilizzate più dagli eterosessuali che dagli omosessuali, anche se, visto che in Italia a gay e lesbiche è negato il matrimonio, sono ovviamente le loro organizzazioni per la parità dei diritti a guidarne la richiesta."

“Non si venga poi a parlare a noi di strumentalizzazione dei bambini. Ne abbiamo visti tantissimi portati in piazza dai cattolici in Spagna contro il matrimonio gay, usati come simbolo per invocare discriminazioni e negare diritti. I bambini che erano in piazza Farnese coi genitori, etero ed omosessuali, partecipavano ad una festa di libertà: è un fatto che il 15% dei bambini nasca in Italia da coppie non sposate, è un fatto che molti bambini vivano con due genitori dello stesso sesso. Questa è la ‘società naturale’ italiana, anche se non corrisponde a schemi ideologici precostituiti”.

www.arcigay.it 

Lunedì, 12 Marzo, 2007 - 13:44

Parco Strozzi appello al Prefetto

Milano, 10.3.200
Gent.mo Prefetto
Dott. Gian Valerio Lombardi
Corso Monforte, 31
20122 – Milano

E p.c.
Comandante Polizia Locale
Dott. Bezzon
Via Beccarla, 19
20121 - Milano
Oggetto : sicurezza nei Parchi cittadini 
Gentilissimo Prefetto,
Le segnalo in particolare la situazione di degrado presente nel parco Strozzi, come più volte nel corso degli anni segnalato all’Amministrazione comunale, che ha visto il completo allontanamento dei residenti dallo stesso in particolare nei fine settimane a causa delle modalità di utilizzo dello stesso per la numerosa presenza di una comunità di peruviani e per l’abbondante utilizzo di bevande alcoliche (birra) che va ad alterare anche le capacità cognitive e reattive delle persone che ne fanno abbondante utilizzo.
La situazione, percepita come sempre più insostenibile da parte dei residenti, visto il tempo trascorso da quando il fenomeno si è manifestato, necessita di un sollecito intervento da parte delle Istituzioni preposte alla tutela della sicurezza dei cittadini al fine di fare ritornare questo importante ambito residenziale alla completa e totale fruizione di chicchessia in piena sicurezza.
Nell’ultimo fine settimana il parco si presentava molto degradato: cocci di bottiglia dappertutto, avanzi di cibo, pannolini vari, escrementi sulla strada e nei pressi dei giochi dei bambini,
Con la certezza di un Suo immediato intervento al riguardo, e ringraziando per l’attenzione, colgo l’occasione per porgerle i più cordiali saluti.
Angelo Valdameri
Consigliere di zona 6 Lista Fo
Via Ovada 8 20142 Milano tel.0289125044

...
230 231 232 233 234 235 236 237 238
...
RSS feed